Anche quest'anno, come avviene ormai da 10 anni, si celebra la Giornata Nazionale del Braille istituita con legge del 3 agosto del 2007 per dare maggiore valore al sistema inventato da Louis Braille, il genio francese divenuto cieco a soli tre anni in seguito ad un incidente nel laboratorio del padre.

Martedì, 21 febbraio 2017 dalle ore 9.30 alle ore 12.30 la sezione territoriale U.I.C.I. di Matera celebrerà l'evento presso l’Istituto Comprensivo "Palazzo-Salinari" di Montescaglioso.

 

Martedì, 21 febbraio 2017 dalle ore 9.30 alle ore 12.30, presso l’Istituto Comprensivo "Palazzo-Salinari" di Montescaglioso, la sezione territoriale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Matera celebrerà la 10° Giornata Nazionale del Braille, istituita con legge del 3 agosto del 2007 per dare maggiore valore al sistema inventato da Louis Braille, il genio francese divenuto cieco in seguito ad un incidente nel laboratorio del padre a soli tre anni.

In due classi della scuola primaria verranno proposti i laboratori “Insoliti puntini” finalizzati all’apprendimento del Braille con modalità ludiche, attraverso il principio “dell’imparare facendo”.

I laboratori “Gioca, colora e impara il Braille” per gli alunni della prima e seconda classe e “La frase segreta” per gli alunni della terza, quarta e quinta classe hanno lo scopo di sviluppare la creatività e l’immaginazione, potenziare e riscoprire gli altri sensi e soprattutto promuovere un atteggiamento civico positivo e accogliente per tutti e per ciascuno.

Dopo un breve racconto della storia di Louis Braille, i bambini verranno invitati ad esplorare e riconoscere alcuni oggetti e i propri compagni solo con l’ausilio del tatto. La sperimentazione di modalità di conoscenza della realtà alternativi alla vista sarà propedeutico alla presentazione della scrittura e lettura con i puntini. Attraverso l’approccio ludico-educativo i bambini impareranno il sistema Braille che, come è noto, è organizzato sulla combinazione di 6 puntini e sull’utilizzo del tatto finalizzato all’esplorazione consapevole. La finalità della giornata, dunque, è quella di far diventare i bambini, che saranno, in un passaggio di testimone, i futuri cittadini, gli attori della diffusione di un codice indispensabile per la cultura delle persone cieche e per la loro integrazione nella società.